IL VULCANO TEIDE DI TENERIFE

Il Teide è un vulcano di Tenerife, l’isola centrale dell’arcipelago delle Canarie. Alto 3718 metri sul livello del mare è la vetta più alta della Spagna.

E’ il terzo vulcano del mondo per altitudine nonchè uno dei vulcani più alti del Continente Africano.

Il suo nome deriva dalla parola “Echeyde” che significa inferno. Infatti i Guanci, l’antica popolazione dell’isola, credevano che sulla cima del vulcano si trovasse l’aldilà e al suo interno vi viveva Guayota, il demonio del male.

Un tempo il cono del vulcano si stima essere stato di circa 5.000 metri sul livello del mare. Una eruzione esplosiva ha però distrutto la parte superiore del vulcano distribuendo i detriti verso la parte settentrionale dell’isola creando la catena della Cañada dando così all’isola l’attuale conformazione.

Sebbene l’ultima eruzione risale al 1909, il vulcano risulta ancora attivo. Recenti studi hanno rivelato diverse affinità con i vulcani Vesuvio ed Etna come pure hanno rivelato che in futuro il vulcano sarà artefice di violente eruzioni causate dalla sua struttura ben consolidata.

Nei pressi del Pico del Teide, oltre i 3.400 metri di altezza, l’alta temperatura delle rocce segnala la persistente attività vulcanica causando il fenomeno delle “fumarole”, emissioni di vapori sulfurei che si verificano quando l’acqua, infiltrandosi nel terreno, entra in contatto con le rocce calde.
La particolare altezza del Pico del Teide, essendo l’unica cima dell’isola, in un contesto di assenza di montagne nelle vicinanze, crea un particolare fascino per gli escursionisti che possono godere di vedute a 360° spettacolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *